Redazione

Direttore

Guido Cusinato 

Guido Cusinato è professore associato di Filosofia teoretica allʼUniversità di Verona. Dirige la rivista “Thaumàzein”, il Centro di ricerca dipartimentale “FormaMentis” e la collana “Etica e filosofia della persona” presso la FrancoAngeli. Dal 2013 è Presidente della società internazionale di fenomenologia “Max-Scheler-Gesellschaft”. Per una decina dʼanni ha svolto attività di ricerca e dʼinsegnamento in Germania. Intende la filosofia come un esercizio di trasformazione e si è occupato di fenomenologia delle emozioni, di fenomenologia della cura e di teoria della singolarità. Fra le sue pubblicazioni più recenti: Person und Selbsttranszendenz. Ekstase und Epoché als Individuationsprozesse bei Schelling und Scheler, Königshausen&Neumann, Würzburg 2012; Periagoge. Teoria della singolarità e filosofia come cura del desiderio, QuiEdit, Verona 2014.

Caporedattori

Riccardo Costi 
Web-design

Laurea in Design della Comunicazione al Politecnico di Milano.
Per oltre 10 anni graphic designer in collaborazione con studi, aziende ed agenzie creative.
Dal 2013 art director e web designer per la casa editrice QuiEdit di Verona. Consulente per il Dipartimento di Scienze Umane dellʼUniversità degli Studi di Verona. Solida esperienza nella comunicazione e conoscenza degli strumenti tecnici e dei linguaggi di supporto. Doppia faccia: cartacea e digitale.
Dal 2015 freelance.

Rie Shibuya
Coordinatrice editoriale

Nata a Tokyo da padre giapponese e madre tedesca, si è laureata alla Keio University di Tokyo e successivamente ha proseguito gli studi in Gemania dove ha conseguito un dottorato di ricerca in filosofia alla Eberhard-Karls-Universität Tübingen con Günter Figal e Manfred Frank. Ha lavorato diversi anni come ricercatrice alla cattedra di etica in medicina (Lehrstuhl für Ethik in der Medizin) sempre dellʼUniversità di Tubinga. Dal 2003 vive a Verona dove svolge attività di traduttrice, principalmente di testi filosofici, dallʼitaliano in tedesco e giapponese, e viceversa.
Motti preferiti: “Il diavolo si nasconde nei dettagli” e “La bellezza salverà il mondo”.